MNL Publimed

I mondiali di calcio in Sudafrica

I Mondiali di calcio in Sudafrica – passioni sportive e salute

A partire dall’11 giugno 2010, con l’inizio dei Mondiali di calcio, il Sudafrica sarà meta di viaggio per migliaia di italiani.
L’Italia è presente in questo Paese da diversi anni e in diversi ambiti.
La politica della Cooperazione italiana con il Sudafrica volta a sostenere gli sforzi del Governo per correggere le profonde diseguaglianze ereditate dall’Apartheid, si collega idealmente a quella posta in atto sin dal 1985 nel quadro delle misure positive della Comunità Europea verso il Sudafrica.
Negli ultimi anni la Cooperazione italiana ha deciso di concentrare le proprie risorse e attività essenzialmente nel settore sanitario riuscendo a ottenere notevoli risultati, grazie anche ad uno stretto raccordo con le autorità locali. Il settore sanitario riveste, infatti, un’importanza strategica nella lotta alla povertà e alle disuguaglianze sociali e di salute.
La diffusione delle strutture sanitarie su tutto il territorio nazionale e la facilitazione dell’accesso ai servizi essenziali possono contribuire a favorire la crescita economica e produttiva del Paese.
Il successo dei progetti della Cooperazione italiana nel settore sanitario e la soddisfazione manifestata dalle autorità locali hanno favorito il lancio di nuove iniziative, nell’intento di continuare le attività già svolte e ad applicare a livello nazionale quelle pratiche già sperimentate a livello provinciale.
Nel 1996 è stato concluso un Accordo quadro, cui ha fatto seguito, nel 1998, un Accordo regolante l’assistenza tecnica e scientifica. Nel marzo 2002, in occasione della visita di Stato del Presidente Ciampi nel Paese, il Sottosegretario Alfredo Mantica, ha firmato uno dei protocolli tecnici a sostegno del settore sanitario.
Molto attiva anche la collaborazione culturale, scientifica e tecnologica.
Il Governo italiano sostiene con contributi finanziari tre cattedre aggiuntive di italiano presso le Università sudafricane, mentre scienziati e ricercatori di enti di ricerca italiani collaborano alla costruzione del prototipo sudafricano dello Square Kilometer Array (SKA), che sarà il più grande radiotelescopio del mondo.
Come sempre avviene, anche in occasione dei Mondiali di calcio in Sudafrica, l’assistenza ai cittadini italiani all’estero è un compito primario che il Ministero degli Affari Esteri svolge rispondendo con efficacia e tempestività alle diverse tipologie di rischio. E’ auspicabile che tale impegno si esplichi anche attraverso l’informazione e la conoscenza dei possibili rischi che qualsiasi viaggio comporta.
Questa pubblicazione, realizzata dall’INMP, Istituto di ricerca del Ministero della Salute, che ha tra i suoi compiti istituzionali anche la promozione della salute dei viaggiatore, può rappresentare un utile strumento per conoscere il Sudafrica, l’evento sportivo che questo Paese ospiterà, ma soprattutto i corretti comportamenti personali e i “consigli utili” per rendere il viaggio sicuro e piacevole.

Codice ISBN: n.d.
Anno: 2010
Genere: Pubblicazione Scientifica
Formato: Cartonato – Colore
Dimensioni: 15 cm x 21 cm x 1 cm
Pagine: 84
Prezzo: 16,00 €